MISSIONE PROFUGHI UCRAINI

postato in: News | 0

Vista la situazione del grande disaggio venutasi a creare al confine tra Ucraina e Polonia, con migliaia di profughi in fuga dal proprio paese, la nostra associazione in collaborazione con la giornalista RAI Lara Boccalon e la direttrice del consorzio alberghiero Sappada Dolomiti sig.ra Monica Bertarelli ha organizzato il viaggio di recupero profughi per portare in Italia.

Il 1 marzo da Udine sono partiti tre pullman (due offerti dalla Azienda Trasporto Pubblico di Gorizia) con tre volontari dell’associazione; il giornalista della RAI Antonio Di Bartolomeo con l’operatore hanno realizzato vari servizi sul viaggio non tralasciando, in alcuni momenti, di dare una mano. Il coordinatore dei volontari Khomenchuk Serhiy era in costante contatto telefonico con i profughi che cercavano il passaggio per Italia e nel frattempo la coordinatrice Ruslana Rusyn contattava a Udine le persone disponibili ad offrire un alloggio temporaneo alle persone che erano in transito per altre regioni italiane. Sono stati 4 giorni molto difficili per tutti i partecipanti di questa missione: i pullman sono passati per vari luoghi: Hrubieszow, Chelm, Raymno e Krakow ma alla fine tutti sono rimasti contenti di aver aiutato 115 persone ad riuscire ed arrivare in Italia.

Tra le persone recuperate c’erano anche la moglie e la figlia di Maksym, figlio della nostra socia  Olga Yusuk, che combatte al fronte per la democrazia e la libertà dell’Ucraina.

La colonna é rientrata in Italia per il valico di Tarvisio, svolti i controlli di rito della polizia: 53 persone sono partite per Sappada e 62 profughi sono stati accolti dai volontari della croce rossa italiana comitato di Udine che li hanno assistiti nelle fasi di tampone anti Covid, dopo di che sono stati accolti nelle famiglie affidatarie, alcune arrivate addirittura dal centro Italia. Delle 53 persone, che sono state accolte dal Consorzio Sappada Dolomiti, 42 sono partite il 10 marzo per Napoli con la corriera da noi organizzata, 11 sono rimaste ferme ancora in loco.

Un grazie di cuore a Caterina Belletti, Luca di Benedetto, della direzione ATP Gorizia, MT turismo di Tolmezzo, gli autisti tutti, i nostri tre splendidi volontari: Serhiy Khomenchuk, Taras Horayskyy,  Ivan Digtiaruk  e  la Croce Rossa italiana nella figura della presidente Cristina Cerruti e dell’assistente Lorenzo Nicodemo. Un grazie a parte all’ Assessore del Comune di Udine Giovanni Barillari che in prima persona si è interessato alla nostra vicenda ed era con noi ad accogliere gli arrivati a Udine alle ore 05 del mattino.

Un grazie a tutte le famiglie che si sono rese volontarie dell’accoglienza e a Ruslana Rusyn che le ha, con grande pazienza, coordinate nella procedura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.